COSA FARE IN CASO DI SINTOMI DA CORONAVIRUS IN BARCA?

Prima di ritrovarvi con il vostro equipaggio per la vostra tanto attesa crociera, è consigliabile prendere regolarmente la vostra temperatura corporea prima della partenza, il giorno prima e la mattina stessa della crociera. Se la temperatura non supera i 37,8° al mattino e non presentate alcun sintomo legato al Covid-19 (tosse, febbre, stanchezza anomala…), potrete imbarcarvi e ritrovare quella sensazione di libertà, messa a dura prova nelle ultime settimane… Naturalmente mantenendo le pratiche necessarie di protezione sui moli, con il vostro equipaggio o durante le soste!

Consigliamo, anche se tutti i membri dell’equipaggio sono in perfetta salute, di prendere la vostra temperatura corporea ogni mattina. Durante il briefing prima della partenza, lo skipper dovrà ricordare all’equipaggio i comportamenti indispensabili al fine di mantenere la sicurezza e il rispetto delle indicazioni sanitarie. Assicuratevi di mantenere le dovute distanze se possibile, privilegiate il fianco a fianco piuttosto che il faccia a faccia, lavatevi le mani più volte al giorno con sapone o gel idroalcolico, non scambiate accendini, non bevete dalle stesse bottiglie o bicchieri. Pulite i piatti con carta assorbente o con un panno pulito e sistemateli immediatamente. Che ognuno utilizzi le proprie posate personali se possibile. Arieggiate regolarmente la barca e le cabine se le condizioni meteorologiche e di navigazione lo permettono.

Questi gesti sono scontati ma, in mare e confinati nella stessa barca, possono essere trascurati…

Come riconoscere la comparsa di sintomi da Covid-19?


I sintomi più comuni del virus possono apparire sotto forma di un aumento della temperatura corporea, tosse e stanchezza, ma anche disagi respiratori, mal di testa, affaticamento muscolare. Disturbi dell’olfatto e del gusto, così come mal di gola o anche disturbi digestivi possono indicare una contrazione di Covid-19.

Cosa fare se un membro dell’equipaggio a bordo presenta qualcuno di questi sintomi?


Se uno dei membri dell’equipaggio presenta questo tipo di sintomi a bordo, spetta allo skipper prendere le importanti decisioni per la gestione del malato. È responsabile della barca, dell’equipaggio e della vostra sicurezza. Anche se non ci sono complicazioni e la temperatura del paziente è stabile, è essenziale monitorare le condizioni del paziente e isolarlo in una cabina in tranquillità (se possibile, aprite la finestra). Se possibile, riservate una cabina doccia-wc a suo uso esclusivo, ventilandola il più possibile. Pensate anche a selezionare dei piatti a suo uso esclusivo ed un unico sacchetto di plastica per la sua spazzatura. Indossate i guanti il più spesso possibile, soprattutto quando si maneggiano i suoi effetti personali, la sua spazzatura o il suo cibo.

Vi raccomandiamo di recarvi al porto più vicino al fine di ricevere istruzioni dalle autorità competenti. Tutto l’equipaggio dovrà sempre indossare una mascherina ed essere attento ai gesti di protezione e alle misure di distanziamento. Se non siete troppo distanti dalla base di partenza, vi consigliamo di rientrare al porto di partenza il più presto possibile.

Chi contattare?


Chiamare il CROSS (Centre Régional d’Opérations de Secours et de Sauvetage) via VHF – canale 16 (o contattare la Guardia Costiera al 1530 in acque italiane), informateli e seguite i loro consigli, poi informate la capitaneria di porto di un caso sospetto di Covid-19 a bordo della vostra imbarcazione. Le autorità portuali saranno in grado di comunicarvi le misure previste. Vi guideranno nell’organizzazione dello sbarco e avranno senza dubbio un numero di un medico da fornirvi ed un servizio di trasporto medico. In ogni caso, è vivamente raccomandato a tutti i membri dell’equipaggio di rimanere a bordo (all’esterno della barca) mentre si ricevono le istruzioni. Mantenete le mascherine e limitate i contatti tra di voi.

Infine, informate la vostra agenzia e la base di noleggio. Se siete sbarcati in un porto diverso dalla base di noleggio, dovrete organizzare la riconsegna della barca.

Lo skipper prenderà le disposizioni necessarie per disinfettare la barca, le attrezzature, i cuscini e la biancheria da letto per navigare in condizioni sanitarie adeguate.

È molto probabile che al vostro ritorno, vi venga imposta una quarantena di quattordici giorni a causa di un contatto prolungato con una persona infetta. Mettetevi in contatto con le autorità sanitarie per far valutare il rischio di contaminazione e per organizzare il monitoraggio appropriato.

Leggi anche la nostra Guida pratica dei buoni comportamenti igienici per il noleggio di una barca quest’estate !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *